AL VIA UNA NUOVA EDIZIONE DEL FESTIVAL

2015-05-14_22-40-37

Studenti, casalinghe, pensionati e artigiani si mettono a disposizione per mostrare come, a partire da un’idea e supportati da una grande passione, si possa dar vita a creazioni originali, innovative e di alto pregio artistico. Una grande piazza dove abilità manuali e talenti vengono portati alla luce, liberati dai garage e condivisi con i visitatori. Tutto ciò all’interno della cornice più ampia di Progetto Lavoro: un’idea ambiziosa della nostra associazione, elaborata qualche anno fa per tentare di trovare una via di uscita alla crisi occupazionale dell’industria ed ipotizzare futuri mestieri o possibilità di micro-reddito che nascano dalle abilità di ognuno. Dalla risposta positiva ed incuriosita dei cittadini albinesi della prima edizione 2013 alla partecipazione di massa del 2014 (con la presenza di ben 150 espositori nell’arco di due giornate), si arriva all’edizione 2015 con uno schema nuovo, mirato e sperimentale: per mettere sempre più sotto i riflettori le passioni e la creatività. Un’unica grande “piazza” suddivisa in quattro aree tematiche messe a confronto tra loro. Naturalmente, com’è nello stile della nostra associazione, vi aspettano altre sorprese ed un fitto calendario di eventi e workshop, ma non vi anticipiamo di più! Non vi resta quindi che venire a trovarci Sabato 30 Maggio, ad Albino – Piazza della Libertà.

Anche quest’anno, come associazione “Per Albino”, vogliamo dar vita a una nuova edizione manifestazione (la  terza). Ripartiamo dai temi che hanno caratterizzato da sempre questo evento: passione, manualità, creatività, lavoro. Quest’anno tuttavia cercheremo di selezionare alcune tematiche per mettere in evidenza, e non senza un tocco di originalità, alcune sfacettature di questi temi fondamentali.

Il difficile periodo che stiamo vivendo, in cui ricorrono con insistenza le stesse parole chiave (crisi, disoccupazione, lavoro ecc.), ci spinge ancora una volta a trovare il modo per non chiudere gli occhi davanti alla realtà e tentare invece di affrontare il tema, davvero delicato, delle scarse opportunità occupazionali del momento.

LogoProgettoLavoroNon siamo un ufficio di collocamento e non abbiamo l’illusione di risolvere un problema tanto complesso. Abbiamo però voglia di affrontarlo a modo nostro, “creativo”, mettendo al centro i temi delle passioni e delle abilità. Questo è uno dei pilastri del nostro PROGETTO LAVORO.

Dal nostro punto di vista, pensiamo che anche nell’era digitale il “saper fare” manuale che abita nelle passioni delle persone costituisca una potenziale grande risorsa per aprirsi a nuove opportunità. Certo, sono abilità che non vanno improvvisate, ma approfondite, continuamente messe alla prova, affinate e innovate. In questo senso il mondo dell’hobbismo, che pure resta in sè un’opportunità economica, costituisce un’esperienza cui rivolgere lo sguardo se si vuole anche solo iniziare, ma certo non basta. Non possiamo considerarlo “lavoro”. Ci conforta invece sapere di tanti artigiani che hanno costruito la loro attività partendo da un’esperienza hobbistica. Questa è la direzione cui vorremmo spingere lo sguardo.

Ciò ci deve far riflettere sul tema delle opportunità legate alle piccole abilità. Troppo spesso si liquida questo genere di attività come futili, di livello modesto o addirittura vengono bollate come del tutto illegali, dimostrando scarsa conoscenza del quadro normativo in cui si iscrive il mondo dell’hobbismo.

La domanda vera è: questo genere di attività manuali che persone comuni, non per forza hobbisti, coltivano nel tempo libero, possono rappresentare un’opportunità per sè e per gli altri? A questa domanda noi rispondiamo “sì”. Vanno però condivise e fatte conoscere, prima di tutto.

Logo per NewsletterE’ da questa considerazione che nasce il Festival, che vogliamo riproporre in forma e dimensioni nuove anche quest’anno, a cominciare dalla doppia durata dell’evento rispetto allo scorso anno. Il “Festival delle passioni” è il luogo ideale per farsi conoscere, per promuoversi, e per favorire uno scambio di piccoli saperi. Gli espositori dovranno trasmettere la passione che li anima ai visitatori, non sottraendosi di fronte alla curiosità delle persone. Il Festival non è il luogo dei narcisiti e degli egoisti.

Anche quest’anno cercheremo di affrontare i temi principali del Festival in workshop, dando vita a una festa diversa nel centro della città per esaltare le qualità del nostro centro storico e culturale e per favorire il turismo di giornata come elemento strategico di ripresa economica.

Questo è lo spirito della manifestazione. Siamo sicuri anche ancora una volta troverà l’adesione e l’entusiasmo che merita.

Buona passione a tutti!

Il Direttivo dell’Associazione “Per Albino”