Via Mazzini: poche idee, ma ben confuse!

Nel Consiglio Comunale del 16 febbraio è successo un fatto strano: Sindaco Terzi e Maggioranza ci hanno dato ragione. Proprio così: CI HANNO DATO RAGIONE!

Beh, naturalmente non è che l’hanno fatto ufficialmente: a parole, erano d’accordo con noi, ma hanno comunque votato contro il nostro emendamento (relativo alla manutenzione della Scuola Materna Manara) perché non hanno voluto ammettere, nero su bianco, che spendere altri 50.000 € per modificare l’ingresso di via Mazzini era uno sbaglio! Quindi, hanno bocciato l’emendamento, ma inserito una frase nella delibera che li impegna, appena possibile, ad applicarlo nei fatti con una variazione di bilancio con la quale toglieranno 30.000 € da via Mazzini per metterli sulla Scuola Materna Manara di Albino capoluogo.

Stiamo raccontando balle? Assolutamente no: è andata davvero così!
Forse la Maggioranza è un po’ in confusione? Siamo esagerati?

Secondo voi, come si deve chiamare una situazione nella quale la Giunta il 29 gennaio presenta pubblicamente il Bilancio con la previsione di altri 50.000€ per modificare il primo tratto di via Mazzini e DUE SETTIMANE DOPO decide che “…no dai, abbiamo scherzato, modificare l’inizio di via Mazzini non è più una priorità, la nostra priorità sono le scuole!” ?

Delle due l’una: o prima la priorità era la scuola, e gli sono scappati 50.000 € su via Mazzini, o la priorità era via Mazzini, e non si sono preoccupati di valutare come può andare avanti la scuola materna di Albino capoluogo senza un minimo di manutenzione!

Noi pensiamo semplicemente che

1) Si sono accorti che il progetto di nuovo arredo urbano di via Mazzini non funziona e ha scontentato tutti e spendervi altri 50.000 €, dopo i 95.000 € già spesi, è una follia;

2) Si sono finalmente accorti che l’idea di costruire una nuova scuola Materna statale a Desenzano, che sostituisca, oltre a quella attuale di Desenzano, anche quella di Albino capoluogo, comporta un progetto più complesso e una possibilità di spesa che al momento non è ancora quantificata: questo significa che, anche nel caso venga costruita la nuova scuola Materna a Desenzano, quella di Albino capoluogo potrebbe dover continuare a funzionare per anni e quindi necessita di manutenzioni non rinviabili!

3) La nostra proposta di emendamento è servita alla Maggioranza per togliersi dalla situazione scomoda in cui s’era cacciata con via Mazzini: insomma, abbiamo dato una bella mano alla Maggioranza a togliersi l’impiccio, ma soprattutto abbiamo impedito un sicuro spreco di soldi pubblici!

4) La Maggioranza ha deciso di mettere comunque altri 20.000 € sulla zona 30 di via Mazzini “per acquistare altri paletti e fioriere…”, e già questo ci sembra assurdo, ma soprattutto HA DECISO NEI FATTI DI RINUNCIARE ALLO SPOSTAMENTO DELL’INIZIO DI VIA MAZZINI perché quando mai troverà nuovi 50.000 € da destinare al progetto per la “nuova piazzetta peccati di gola”?

A completare il quadro c’è infine l’affermazione del Sindaco con la quale dice che: “la Nuova Scuola Materna di Desenzano ha la priorità e, qualora non fossero reperite le risorse per assicurarne la realizzazione, anche i 150.000 € destinati alla nuova sede della Protezione civile presso il complesso Rio Re verranno impiegati per la scuola, perché, in fondo, il nostro programma elettorale prevedeva solo la realizzazione del deposito dei mezzi della Protezione Civile…” Incredibile signor Sindaco, questa volta siamo noi ad essere d’accordo con Lei, ma non da oggi, dall’anno scorso, quando presentammo un emendamento in cui chiedevamo di spostare quelle risorse perché una nuova sede di quella portata non doveva essere prioritaria sugli altri bisogni!

Insomma, la Maggioranza, in sostanza, ha adottato il nostro emendamento DI QUEST’ANNO E ANCHE QUELLO DELL’ANNO SCORSO, nel quale chiedevamo di non realizzare la nuova sede, ma di limitarsi al deposito e alla necessaria vasca antincendio.

SE QUESTA NON È CONFUSIONE, DITECI VOI COS’È…

Articolo pubblicato anche su Paese Mio, marzo 2018
0 Comment

Contatti

Email: coordinamento@peralbino.it