Sul cimitero vogliamo chiarezza

Per cercare di far luce su questa vicenda abbiamo presentato un’interpellanza al Sindaco che verrà discussa nel prossimo Consiglio Comunale, il cui testo integrale sarà poi pubblicato sul nostro sito. Provando ad essere brevi e concisi, tentiamo di riassumere la questione. Il servizio cimiteriale è disciplinato dal Regolamento comunale di polizia mortuaria che risale al 1990. Questa normativa, all’art 75, distingue le estumulazioni in due tipologie:

Ordinarie *, ovvero quelle che si eseguono allo scadere della concessione;

Straordinarie, ovvero quelle che, qualunque sia il tempo trascorso dal seppellimento, vengono richieste dall’Autorità Giudiziaria o dal privato.

Mentre l’art 78 recita “Alla scadenza della concessione cimiteriale non rinnovata e salvo che i parenti non abbiano chiesto diversa destinazione, quando, a seguito di estumulazione ordinaria (10 anni e 30 anni), la mineralizzazione dei cadaveri non sia ancora avvenuta in modo completo, gli stessi verranno avviati alla cremazione, con spesa a carico del comune“. Per prassi poi, al termine della concessione, il Comune convoca le famiglie dei defunti per chiedere cosa intendano fare dei resti delle salme dei propri cari.

Vi starete quindi chiedendo dove stia il problema, visto che l’iter da seguire sembrerebbe essere chiaro! Da diversi mesi risulta però che, a coloro che si recano in comune a seguito della convocazione, venga fatto sottoscrivere un modulo nel quale il cittadino chiede la estumulazione della salma e si “impegna a sostenere tutti gli oneri economici previsti dal regolamento di polizia mortuaria del comune di Albino, che le operazioni cimiteriali comporteranno”. Ma, da regolamento, non si tratta forse di estumulazioni ordinarie* e come tali a carico del Comune? In base a quale atto normativo il Comune richiede tali somme di denaro? Il modulo che veniva fatto firmare negli anni passati cosa prevedeva? E nel caso in cui il cittadino non si presenti alla convocazione, chi sostiene le spese di estumulazione relative a tali salme? Queste sono alcune delle domande che abbiamo rivolto al Sindaco nell’interpellanza, attraverso la quale ci auguriamo di far chiarezza una volta per tutte su un delicato argomento che tocca tutti i cittadini albinesi.

Scarica l’interpellanza

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.

2 × tre =

Contatti

Email: info@peralbino.it

Donazioni

BANCOPOSTA intestato a Simonetta Rinaldi

IBAN: IT13 V076 0111 1000 0002 4039 240